Echi di Quorle Novembre 2011

Carissimi,
con il mese di novembre abbiamo completato il percorso di quest’anno. Ecco il racconto degli ultimi incontri fatti prima della pausa invernale.

Settimana di vita condivisa
Giorni di meraviglie: colori stupendi ci sono stati regalati dalla natura. Le passeggiate mattutine erano davvero camminate dello stupore. A causa della siccità i colori degli alberi erano particolarmente belli e ricchi. Toccante  vedere come alla fine le foglie si trasformano nella loro bellezza assoluta. A casa ci siamo inpegnati a fare la composta di mele cotogne e la preziosa marmellata. Tante tasche piene di castagne invitavano a stare intorno alla tavola a raccogliere i frutti del percorso lungo il tema “Amare di più”.  Tipico per il mese di novembre: stare insieme intorno al fuoco e godere le serate lunghe. E’ arrivato il tempo di chiudere, apprezzare e pensare a quello che verrà: la stagione di accoglienza dell’ anno nuovo. Abbiamo tanti idee e momenti gia preparati.


Campo di lavoro
Con allegria siamo frullati insieme. La bellezza dei giorni ci ha permesso di trascorrere tanto tempo fuori e pranzare all’aperto scaldati da un bel sole autunnale. Adesso i campi sono puliti, l’orto ha trovato un cancellino d’arte rurale, il tubo per portare acqua nell’ orto è sotto terra, la concimaia è messa per bene e possiamo aspettarci tanto terriccio: futuro dell’ orto. Mettere a posto era il tema dei lavori intorno a casa per accogliere l’inverno. Per mettere a posto  dentro di noi il tema era “Andare oltre”. Il momento invitava, abbiamo vissuto momenti di ispirazione lungo il cammino e adesso è arrivato il momento di raccogliere e portare nella nostra  vita. Bello di avere un momento nel  quale ci è chiesto di passare oltre, di fare entrare nella vita propria tutto quello che abbiamo imparato e riconosciuto in questo periodo. Il salto — onorando la vita, me stesso e gli altri — per dire sì a tutto quello che fa fiorire la Vita. Il culmine era il falò di sabato sera: tutti intorno a un grande fuoco sotto le stelle. Un falò creato ripulendo i campi durante il giorno in tanti e con tante serene risate. Un falò per illuminarci, un segno forte di speranza, e nel quale chi ha voluto ha bruciato un po’ di "pula" per portare con sé solo "chicchi" di armonia. Essendo campagnoli non mancavano le patate e cipolle cotte sotto la brace. Già prima della colazione tornando dalla camminata splendida le abbiamo gustate. Wolfgang ha salutato tutti prima della sua partenza per il Lesotho.

 



Corso a tema “ Semplicemente vivere”
Dal 25 al 27 Novembre si è svolto un nuovo corso “Semplicemente vivere”. Abbiamo cercato di porci una domanda ma soprattutto di viverla: non sarà  che il senso della nostra esistenza sta forse racchiuso nei gesti più normali della nostra quotidianità? Non sarà che forse ci è chiesto solo e semplicemente di viverla questa vita, di assaporare e sacralizzare ogni momento della nostra giornata che diamo ormai per scontato? E allora abbiamo provato a svegliarci e assaporare insieme nel calduccio della cappellina di Quorle un caffè caldo e profumato, a lavarci sentendo l’acqua fresca che ci toglie via il sonno, a iniziare la nostra giornata con un momento di musica e preghiera per restituire a noi stessi e a Dio la nostra giornata, a gustare davvero i sapori di una cena semplice ma curata nell’armonia dei sapori e dei colori (ricordo un riso con i chicchi rossi del melograno….bellissimo) a lume di candela. L’accoglienza della casa di Quorle e del suo staff, la presenza vera e autentica di 23 meravigliosi corsisti, il sole che non ci ha mai abbandonato…hanno fatto il resto! Siamo ripartiti da lì ciascuno con un impegno: portare a casa nella nostra quotidianità un pezzettino di Quorle.


E adesso?
…viviamo il letargo nei prossimi due mesi dell’ inverno. A parte le verifiche dei  primi corsi e il campo di lavoro a fine anno l’eremo di Quorle chiude. Un momento di silenzio, per dedicarsi ad altri temi, a prepararci per il nuovo anno. Due mesi per rinnovarci e aprirci a un nuovo percorso . Mi sta a cuore di pensare il futuro percorso come uno nuovo e non come una ripetizione di questo. Con coraggio lasciare dietro quello che è stato, portando con sé il chicco, il ricordo e tutto quello che nutre la nostra vita e aprirsi a quello che c’è e ci viene donato ogni giorno. 

Buon inverno a voi.
Wolfgang e l’eremo di Quorle della fraternità di Romena

Calendario attività 2019

Romena Programma 2019 CopertinaIl calendario completo delle attività di Romena

Visualizza

La rivista di Romena: il "giornalino"

13 Mio fratello CopertinaPuoi ricevere la versione cartacea del Giornalino a casa tua.
 

Romena Video

Contatti

FRATERNITÀ di ROMENA ONLUS
52015, Pratovecchio Stia (AR)
Come Arrivare (mappa)

Tel. 0575-582060
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

C.F. 92076490512

Privacy Policy

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Romena!
Clicca sul link "Iscriviti" e scegli la tua provincia di residenza.

Condividi!

Condividi le pagine della Fraternità di Romena su Facebook, Twitter o Google+