Echi di Quorle Marzo 2012

Carissimi, sciolto il grande ghiaccio si é aperto l'eremo di Quorle per la sua attività.

Un gruppetto ha preparato la casa, l'idraulico ha sistemato i tubi schiantati dal gelo e giornate di bel solicello hanno riempito la casa e il nostro cuore con calore. Non sono mancati i primi segni di primavera: i  picchi tamburellanti, la cinciallegra in grande forma e le rondini , di ritorno dieci giorni prima del previsto. Anche  una cinghialessa  é apparsa nei dintorni con i suoi dieci piccoli annunciando la primavera.

Terzo corso
Il trio don Luigi, frate Giorgio e Wolfgang hanno condotto per la prima volta insieme il terzo corso sul tema  "Tornare a casa per partire". Tornare a casa per cambiare le promesse in realtà. Tornare a casa per costruire il sogno pietra su
pietra. Tanti modi, parole e gesti hanno accompagnato le nostre riflessioni. Come abbiamo potuto leggere nelle mail , il  gruppo é tornato a valle carico di entusiasmo. Auguriamo a tutti loro un sereno cammino.

Campo di lavoro
Esperienza di fraternità, di lavoro e  cammino interiore. Inaspettatamente si sono iscritti tantissimi partecipanti ed eravamo addirittura quaranta persone. Lavorini e lavoroni fatti da tante mani. Momenti di gioco, gioia e divertimento hanno abbellito l'esperienza intorno alla piccola chiesa di Quorle. In questa occasione Wolfgang   con Celeste hanno introdotto alle riflessioni che ci accompagneranno nel percorso interiore di quest'anno: vincere l'impazienza e camminare serenamente, esporsi a regolare introspezione tematica per creare le fondamenta di una vita di condivisione. Vincere l'impazienza é la sola chiave di accesso. Trarremo nutrimento dalle parole di Nelson Mandela e Martin Buber, due alberi maestri del bosco di Quorle.
Chi é interessato a seguire questo percorso trova piu' informazioni nelle lettere "Vincere l'impazienza" clicca qui.

Quorle InCanto
In Lesotho ho potuto rivivere con emozione  la dimensione partecipativa del canto,
un canto che è alla portata di tutti ed accompagna con entusiasmo e calore la vita quotidiana e i momenti liturgici senza distinzione di età e competenze. Sull'onda di quest'esperienza è nato il desiderio di ritrovarci insieme nel canto. Ci é sembrato coerente allo spirito di Quorle  riprendere temi canori popolari delle nostre terre italiane. Con passione ci siamo tuffati nei primi tentativi di canto collettivo dopo la cena del sabato sera del primo campo di lavoro 2012 e qui puoi sentire le nostre voci in coro:

{play}images/stories/audio/quorle_incanto.mp3|#000000[BGCOLOR]{/play}

Ed ecco qui il testo della canzone da imparare e magari cantare tutti assieme al pressimo campo di lavoro:

E BUSSA  BUSSA   
canto tradizionale del Piemonte

E BUSSA E BUSSA LA PORTICELLA
CHE LA MIA BELLA LA MI VIEN’APRIR

E CON LA MANO APRE LA PORTA
E CON LA BOCCA LA MI DA Un BACIN

E QUEL BACINO gli é STATO FORTE
CHE LA MIA MAMMA L’HA MI GH’A SENTI

O FIGLIA MIA Che cos'hai  FATTO
CHE TUTTO IL MONDO PARLA MAL DI TE

E LASCIA PURE CHE IL MONDO DICA
ch'IO VOGLIO AMARE CHI MI AMA A ME

Cari saluti dall'eremo di Quorle
Wolfgang Fasser