fbpx

Commento al vangelo di domenica 18 ottobre di don Luigi Verdi

Vorrei rendere preghiera questo testo meraviglioso di Alda Merini: “La semplicità è mettersi nudi davanti agli altri”. E noi abbiamo tanta difficoltà ad essere veri con gli altri. Abbiamo timori di essere fraintesi, di apparire fragili, di finire alla mercè di chi ci sta di fronte; non ci esponiamo mai perché ci manca la forza di essere uomini, quella che ci fa accettare i nostri limiti e che gli fa comprendere dandogli senso e trasformandoli in forza.
Io amo la semplicità che si accompagna con l’umiltà, mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l’anima; quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo, perché lì c’è verità, lì c’è dolcezza, lì c’è sensibilità, lì c’è ancora amore.