Domenica 10 maggio, commento al vangelo di don Luigi Verdi

“Bisogna lasciare le cose prima che le cose ci lascino” diceva il grande maestro Giosuè Boesch.
L’ultimo saluto di Gesù ai suoi discepoli è carico di fiducia nella possibilità di crescere: “Vado a prepararvi un posto…non sia turbato il vostro cuore ”.

Gesù affida i suoi discepoli al Dio vivente, custodisce i nostri sogni, si mette da parte accompagnando i nostri passi. Risveglia in noi quello che in questi mesi si è indebolito: la naturalezza, la libertà, il coraggio… rimanendo sempre accoglienza universale, casa di tutti, albero fiorito.

Domenica 16 gennaio 2022: commento al vangelo di Luigi Verdi

Torniamo a conservare disponibile il cuore all’attenzione e alla gioia. La gioia è il nostro sogno, il suo rito è quello dell’amore al suo sorgere. Luigi Verdi

“Desmond Tutu, un grande maestro di vita”
conversazione con Wolfgang Fasser

È scomparso pochi giorni fa, ma la sue opere continuano a camminare con tutti noi. Wolfgang Fasser in questa conversazione online con Massimo Orlandi, ci aiuta a conoscere più da vicino il grande vescovo anglicano, premio Nobel per la pace, protagonista, insieme a Nelson Mandela, della liberazione del popolo sudafricano dall’apartheid. Wolfgang racconta come le […]

Ogni Giorno 2022 “Fratelli e Sorelle”
l'agenda di Romena

È disponibile anche online su www.romenaccoglienza.it, oltreché presso il punto vendita della Fraternità, la nuova agenda Ogni Giorno 2022, dedicata al tema della “fratellanza”. Dopo un lungo tempo di deserto, di attraversamento della terra del “distanziamento sociale”, sentiamo il bisogno di soffiare sul vento della prossimità, per non dimenticare di sentirci “fratelli tutti” accogliendo l’invito […]