fbpx

“Tutti i baci non dati saranno dati”

le riflessioni di padre Ermes Ronchi

“Tutti i baci non dati saranno dati, o amore di terra lontana”: Padre Ermes Ronchi, frate, teologo, poeta, nostro caro amico, ci saluta dal suo convento di Santa Maria del Cengio, nel vicentino, con il verso di una poesia del confratello Davide Montagna. “In questo tempo in cui siamo tutti ‘in terra lontana’, in esilio reciproco, questa profezia di una vita più affettuosa mi fa bene. Non voglio più pensare a quando finirà tutto come questo, mi crea solo stress. Voglio accumulare riserve, scorte di volti, di occhi, di sguardi, accumulare affetto e carezze per quel volto o per quell’altro e preparare sorrisi anche dietro le mascherine. Perchè la cosa più bella del mondo sono le persone, da stringere in noi, da stringerci in loro”.