Alba

Varese, 13 aprile 2020

Condivido anche con Voi il mio pensiero sentito dentro questa mattina.
Amo Cristian Bobin; queste le righe che amo di più. Mi entrano dentro come l’alba che io aspetto ogni giorno, nuovo:

“C’è una nascita simultanea dei nostri occhi e del mondo, una sensazione di “prima volta” in cui chi guarda e chi è guardato si danno alla luce”.

Questa foto è tra le ultime fatte nel mio bosco; un sentiero a pochi metri da casa mi portano lì al torrente…dove sento il suono dell’Infinito.. L’infinito mi abbraccia in tutte le sue forme più belle, ed è sempre meraviglia!

Maria M.