Buon viaggio

Quest’ anno compio 50 anni, e tranne poche parentesi, mi sono sempre sentita ” non abbastanza”. Non abbastanza bella, divertente, intelligente, simpatica, amata….I motivi credo di conoscerli, e di certo mi hanno indurito un po’, ma con il tempo ho imparato a nasconderli e a convivere con questa sensazione.Qualche volta però faccio più fatica. 

La mia prima volta a Romena, con famiglia al completo al seguito, è stata a Ferragosto di 2 anni fa. E’ stata una scossa, fortissima. Un’ emozione che quasi mi toglieva il respiro e mi faceva scoppiare il cuore.

Finalmente casa. Niente giudizi, niente da dimostrare. E’ stato un soffio, che è diventato vento e mi ha permesso di navigare un po’ meglio.

Così quando è possibile ritorno. E così ho, abbiamo, fatto domenica 8 marzo. Avevo ascoltato don Luigi solo pochi giorni avanti, alle Piagge, ma le mie energie stavano andando in riserva e dunque avevo fame di Romena. La Messa però era stata sospesa come in tutto il resto d’Italia; impossibile ascoltare delle Parole dal vivo. Mi sono sentita un po’ smarrita e allora ho cercato di imprimere bene nella mente e nel cuore ogni colore, ogni profumo e ogni suono, per il tempo a venire, che speravo fosse breve. Giorno dopo giorno però, l’ orizzonte si è fatto più piccolo per tutti: niente visite, niente spostamenti, niente lavoro.

A casa, tutti. Scorrono dappertutto immagini mai viste. Quante storie, quanta vita. Dietro ogni numero un volto, un affetto perduto o ritornato. Quanta umanità e quanto Amore in chi cura, sostiene ed accompagna. E che Benedizione guardarmi intorno e vedere i miei affetti più cari e poter ascoltare le voci che mi accompagnano da sempre! La mia promessa oggi  è quella di provare ad aprire le braccia, a tenere accesa una luce, a dare una carezza in più. A lasciarmi andare a quel soffio, a quel vento.

Buon viaggio, a Tutti.

Ilaria