Kairós

In questo Tempore famis dobbiamo tenere gli occhi e gli orecchi aperti per capire cosa Dio, Gesù mi mette davanti?  Cosa vuole dirmi? Dio vuole dirmi di toccare la Vita “qui ed ora”, di innamorarmi della realtà, del frammento della Vita, dell’istante, che è kairós (tempo opportuno). Gesù diceva: “oggi” devo venire a casa tua!! “Oggi” la salvezza è entrata in questa casa! Dio sta ai fornelli…  

«Ogni istante non è solo tempo che scorre, ma è la soglia di una rivelazione» (Josè Tolentino Mendonça).

Dio vuole dirmi di accettare, abitare, attraversare, benedire «QUESTO» “sacrificio”, come diciamo durante la messa: «Il Signore riceva dalle tue mani “questo” sacrificio, a lode e gloria del suo nome, per il bene nostro e di tutta la sua santa Chiesa».

Non sono “sola”! Dio, Gesù è dentro di me, devo innamorarmi di più di Lui, devo avere fiducia nel suo Amore infinito per me, devo innamorarmi in modo sano, equilibrato, di me stessa, della mia Vita, della Vita. Dio vuole dirmi di coccolarmi di più, di prendermi più “cura” di me stessa, della mia casa, per trattarmi come “dono” di Dio.

Dio, Gesù vuole dirmi di non avere la “pretesa”, di non evadere nell’idealizzazione di me stessa, delle persone, delle situazioni, ma avere l’attesa e la pazienza del contadino; come dice don Gigi citando Van Gogh “la natura è lenta!”.

Il Regno di Dio è qui e in questo momento! Se sfuggo al Regno nemmeno dopo sarò contenta.

Buon Tempo!

Angela L.